Tag

, , , , , , ,

Qui vuol mie sorte c’anzi tempo i’ dorma:

Nè son già morto: e ben c’ albergo cangi,

resto in te vivo, c’ or mi vedi e piangi;

se l’un nell’ altro amante si trasforma.

Qui son morto creduto; e per conforto

del mondo vissi, e con mille alme in seno

di veri amanti: adunche, a venir meno,

per tormen’ una sola non son morto.

.

testi: Michelangelo

musica: Sostakovich

titolo: liriche sui versi di Michelangelo Buonarroti op.145a

canto: Dietrich Fischer – Dieskau

Annunci