Giampaolo De Pietro- poesie da scoprire

…avanzi di tempo…

CARTESENSIBILI

gianni berengo gardin

Gianni Berengo Gardin_VeneziaLieve, sottile, ironica e quasi in trasparenza la parola di De Pietro fa della realtà una surrealtà di cui stupire, in cui abita anche il dolore, come un colore che s’infiltra tra le cose ed è nel fondo delle righe, nella scrittura, di cui l’impermanenza dice l’effimero del mondo e di noi tutti, l’incapacità di restare a lungo fermi, anche con la parola che sembra involarsi via, arrotolandosi al vento, pur di sé impregnando lo sguardo, i pensieri e il corpo, facendone un mondo che, uno dietro l’altro, scivolano dal palmo lasciando spazio all’improvviso, quel breve soffio di follia, di poesia che ci rende vivi.

fernanda ferraresso

.

gianni berengo gardin

Gianni Berengo Gardin2.

Fumo di notte
scopro il buio
sotto le porte
non dico addio

*

Un ora a scala.
Un’ora a scale.
Fronte(a)fronde.
Capriole di cose,
capriole delle cose.

*

il paesaggio è una questione alfabetica
Daniele…

View original post 555 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...