Tag

, , , , , , , ,

12.

Democrazia! vicino a te una gola ora si gonfia e canta gioiosamente

Ma femme! per i figli, dopo di noi e di noi,

Per quelli che sono già qui e per quelli che verranno,

Io, esultante d’esser pronto per essi, farò trillare le carole più forti e più superbe mai udite sulla terra.

Comporrò canti di passione per dar loro la via,

E canti per voi criminali fuorilegge, perché vi scruto con occhi di consanguineo, e vi porto con me come ogni altra persona.

Comporrò il vero poema della ricchezza,

Per guadagnare al corpo e alla mente qualunque cosa aderisca e prosegua e non cada per morte;

Diffonderò l’egotismo e mostrerò che è alla base di tutto, e sarò il bardo della personalità,

E mostrerò il maschio e la femmina perché tutti e due sono uguali,

E organi e atti sessuali! concentratevi in me, perché sono deciso a dimostrare con voce chiara e coraggiosa quanto voi siate degni,

E mostrerò che nel presente non c’è imperfezione, né potrà esservi in futuro,

E mostrerò che qualunque cosa accada a chiunque può volgersi in meglio,

E mostrerò che nulla può accadere che sia più bello della morte,

E intesserò un filo attraverso i miei poemi perché il tempo e gli eventi formano un tutto,

E tutte le cose dell’universo sono miracoli perfetti, e ogni cosa è profonda quanto qualsiasi altra.

Non scriverò poemi riferendomi a parti,

scriverò poemi, canti, pensieri, riferiti al tutto.

E non canterò riferendomi a un giorno, ma con riferimento a tutti i giorni.

E non comporrò alcun poema o la più piccola parte d’un poema che non abbia attinenza con l’anima,

Perché avendo osservato gli oggetti dell’universo, non ne ho trovato alcuno, né particella di alcuno, che non abbia attinenza con l’anima.

.

FOGLIE D’ERBA – RIZZOLI, 1993

Annunci